Mutui prima casa: solo il 27% ha una donna come primo intestatario

Una rilevazione dell'Ufficio studi di Mutui.it rivela come le donne facciano fatica ad ottenere un mutuo rispetto ad un uomo. L'analisi.

mutui_donna.jpg


Da un indagine compiuta dal broker Mutui.it che ha analizzato oltre 16.000 preventivi di mutuo compilati da gennaio ad oggi emerge che solo che solo il 27% delle richieste di mutuo vede una donna come primo intestatario.

La disparità di stipendio e di trattamento economico che le donne subiscono si riflette anche sul mutuo. La palla è quasi sempre in mano all'uomo, a meno che non sia la donna a guadagnare più del partner.


Il profilo tipo della richiedente? Un soggetto abbastanza giovane (39 anni), interessato all'acquisto della prima casa (74% del totale delle richieste), in grado di disporre di uno stipendio superiore alla media: 1.800 euro al mese. La richiesta che presenta alla banca è pari a 127.000 euro, da restituire in un periodo abbastanza lungo, 24 anni; la percentuale da finanziare attraverso il mutuo è pari al 55% del valore dell'abitazione da acquistare.


"È innegabile che le donne vivano in Italia una situazione di maggiore difficoltà rispetto agli uomini - spiega Lorenzo Bacca, responsabile Business Unit di Mutui.it - e la scarsità di finanziamenti intestati a donne, accentuata dalla crisi economica, è in realtà un fenomeno dalle radici ben salde".


Devi accendere il mutuo è vuoi farti un idea di quanto può costare una rata mensile in base all'importo da finanziare? Usa il preventivatore. Clicca qui!


LINK UTILI


Mutui agevolati per i giovani, c'è il piano del governo.


Mutui prima casa, imposte e agevolazioni fiscali


Mutui prima casa, il glossario dalla A alla Z

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO