Crisi economica Italia: mutui più bassi, risparmio un'impresa difficile

L'Italia prosegue nella morsa del carovita modificando le proprie esigenze nella richiesta di mutui. Alcuni dati.

risparmiare_2012_mutui.jpg


Il quadro dell'Italia dice che mettere dei soldi da parte è diventata una chimera. E chi sceglie e riesce ad accendere un mutuo richiede finanziamenti meno consistenti e per più lungo periodo.

Un contesto che Eurisc ha elaborato stimando che gli importi medi dei finanziamenti oltre ad essere in calo si attestano intorno ai 134mila euro con classi di durata che per un abbondante 30% si stabilizzano intorno ai 25-30 anni durata.


E l'Italia è inoltre il paese dove insieme alla Spagna la crisi si fa sentire di più.


Prezzi che crescono in fretta rispetto al proprio stipendio e perdita dell'occupazione.


Secondo un sondaggio del gruppo Ing i buoni propositi finanziari per il 2012 sono per il 34% volti a  "risparmiare di più": l'opzione è la più popolare in ben 7 Paesi europei sui 13 interpellati, in particolare in Spagna (36%), Turchia (42%) e Romania (44%), su una media del 30%.


LINK UTILI


Affitto o mutuo cosa conviene nel 2012?


Mercato immobiliare 2012: italiani ottimisti


Attestato di certificazione energetica: in Italia c'è ancora chi non lo espone


Mercato immobiliare 2012: l'Italia divisa in classi energetiche

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO